Al via il Convegno di Letteratura e Teologia organizzato dalla rivista Oltre il Muro

Sul tema San Francesco e la letteratura in genere, soprattutto italiana, negli anni passati non sono mancati appuntamenti e convegni di approfondimento. Per la prima volta, almeno dalle notizie in nostro possesso, sarà studiato un altro specifico tema: I poeti siciliani cantano San Francesco, che sarà l’argomento del prossimo convegno di Letteratura e Teologia che si svolgerà a Canicattì dal 3 al 4 Ottobre. Infatti, sembrava strano che i poeti siciliani non avessero subito il fascino della spiritualità del poverello d’Assisi. Attraverso continui contatti soprattutto con il prof. Salvatore Di Marco, la nostra rivista, organizzatrice della quinta edizione del convegno di Letteratura e Teologia, ha individuato autori e critici che negli anni si sono interessati su questo argomento.

Tra i poeti che nei loro versi si sono ispirati al Poverello d’Assisi abbiamo Vincenzo De Simone, la cui opera sarà presentata dal prof. Enzo Di Natali. Sapevamo delle virtù eroiche del servo di Dio Padre Gioacchino La Lomia di Canicattì, ma non conoscevano che quel frate, morto in concetto di santità, fosse un poeta fino a quando uno studioso di Canicattì, il compianto Carmelo Sciascia Cannizzaro, ne fece menzione. E sarà il critico Nino Agnello a rilevare la tematica poetica francescana in Padre Gioacchino La Lomia. Invece, su San Francesco ed Alessio Di Giovanni, il poeta della Val Platani, noi avevamo notizie, tanto che le professoresse Rosalba Anzalone e Maria Nivea Zagarella faranno conoscere la profondità spirituale del poeta ciancanese attraverso i versi dedicati al Figlio della terra di Assisi. La sorpresa, per altri versi, invece, ci verrà dal prof. Salvatore Di Marco, il quale, scavando nel passato della famiglia dei Di Giovanni, ha avuto modo di conoscere la spiritualità francescana presente nel padre di Alessio, Gaetano Di Giovanni, segno eloquente di una educazione spirituale che si è trasmessa da in generazione in generazione.

Altro intervento qualificato sarà certamente quello del prof Lucio Zinna che presenterà l’anima francescana in Ganci Battaglia. Per una conoscenza generale del rapporto tra poesia popolare e San Francesco è atteso l’intervento della prof.ssa Annamaria AmitranoSavarese.

Non è stato un poeta, certamente. Tuttavia, Luigi Pirandello ha risentito anche lui delle tematiche francescane nella sua opera. Compito, non certamente, facile sarà quello del prof. Luigi Capitano.

Il convegno studi, ricordiamo, prevede due momenti celebrativi: il primo durante il periodo dei festeggiamenti in onore del Santo, 3 e 4 Ottobre, il secondo, invece, il 5 Dicembre, durante la novena in onore dell’Immacolata. La scelta è dovuta alla spiritualità francescana che si alimenta di quella mariana, infatti, sono due spiritualità intrinsecamente unite nel popolo siciliano.

Il presente Convegno, siamo sicuri, diventerà uno stimolo per nuovi poeti che potranno trovare una linfa antica per rinnovare stile e motivi della loro produzione artistica, perché San Francesco rimane il cantore della Bellezza.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *